10/09/12

"Le ali"



 

 
La corsa al livello 100 di Gears Of War 2 ha rappresentato qualcosa di particolare.
Sicuramente per quanto mi riguarda, dato che è stato il primo "compito" davvero impegnativo di cui venivo a conoscenza, da novellino del mondo Xbox (ok, c'era anche il "Seriamente" ma in quel tempo avevo ancora la lucidità mentale sufficiente per non prenderlo in considerazione).
Ricordo ancora lo sgomento di fronte ad una rapida proiezione mentale di QUANTO avrei dovuto giocare per arrivarci..!
Penso però che non fosse solo una questione delle mie vicende personali: mi pare che ci fosse comunque un forte interesse della comunità dei giocatori, diffuso e generalizzato. Oltretutto non era tanto questione di un obbiettivo (che comunque c'era, introdotto da un DLC), quanto proprio del fatto di arrivarci, e poter andare in giro per le partite sfoggiando le proprie "ali".
Comprensibile: in fondo GoW 2 era "IL" gioco per Xbox, a cui non potevi non giocare, e raggiungere il livello massimo rappresentava un vero achievement, da tutti conosciuto e riconosciuto. E poi c'era il (troppo frequente) dramma dei punteggi resettati in corso d'opera, per questo o quel baco: storie dell'orrore di punteggi riportati a quota ZERO quando oramai si era in vista del traguardo, accompagnate da storie di altrettanto notevole dedizione, con gente che pur tra i meritati improperi verso Epic si rimetteva lì a ricominciava daccapo la scalata: potenza di un gioco, e soprattutto di un multiplayer che nonostante i molti e palesi
problemi e difetti riusciva comunque ad attirare (e a trattenere) giocatori su giocatori.
Quanti ricordi! Le sessioni full immersion in occasione dei "weekend con moltiplicatore", le lunghe partite in stile catena-di-montaggio su "Sicurezza", dove grazie alle barriere laser era possibile suicidarsi e ricominciare, il persistente lieve-ma-nemmeno-troppo brivido della spada di Damocle della cancellazione sempre in agguato.
Arrivare alle famigerate "ali" rappresentava davvero un traguardo, che faceva sentire davvero come in cima ad una vetta impegnativa (presumo..!).
Con questo terzo episodio, tutto ciò mi pare si sia un po' perso per strada. Sarà che ci si fa l'abitudine, sarà che dando un'occhiata agli obbiettivi già si sa che arrivati a 100 toccherà ricominciare tutto, sarà che forse la strada da percorrere è meno lunga della precedente [*] ...
Soprattutto mi pare che Gears abbia un po' perso il suo status di "punto di riferimento" per la comunità, per cui i giocatori ci tengono meno a completarlo e/o a raggiungere il level-cap.
Il mio sospetto è che a questo contribuisca anche avere in testa il "Seriamente 3.0", che è diabolicamente calibrato sul'esatto crinale dell'impossibile-ma-non-troppo, e se pensi anche un po' inconsapevolmente a quello, è chiaro che al livello 100  non pensi, dato che arriverà naturalmente per forza di cose.
Sia come sia, ci sono arrivato. ;-)
 
 
[*] i punti richiesti in GoW 2 erano 6.825.825, nel terzo sono 3.851.750... ma va tenuto conto che al secondo era poi stato applicato il moltiplicatore x2 sistematico su tutto il multiplayer, per non parlare degli eventi con moltiplicatore a doppia cifra, che su GoW 3 ancora non si sono visti.

2 commenti:

  1. Ciao, forte il tuo blog. Credo sia il più essenziale che abbia mai visto :) Vorrei scriverti via mail, è possibile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!
      certo, scrivi a magomerlano@gmail.com

      Elimina